Finagri e l'ambiente
Finagri e le nuove direttive europee per lo smaltimento dei rifiuti elettrici ed elettronici.

La Finagri, sempre molto attenta alla tutela dell'ambiente nella consapevolezza che il futuro dipende dall'impegno attuale per la tutela dell'ambiente ha aderito a ecoR'it, sistema consortile per la gestione dei RAEE di nuclei domestici e utenti professionali.

La direttiva identifica i produttori, gli importatori e i distributori di beni elettrici ed elettronici quali responsabili delle apparecchiature dismesse. Scopo di tale disposizione è annullare il fenomeno dell'abbandono dei suddetti beni non più funzionanti in qualche punto delle città.

Questo progetto nasce quindi dalla volontà di noi produttori di fornire una soluzione concreta agli obblighi imposti dalla Direttiva Europea RAEE. Sotto il nome di ecoR'it si riuniscono attualmente molte e note aziende operanti nei settori merceologici interessati, che hanno dato avvio al processo per la gestione del fine vita delle apparecchiature da loro prodotte.

La nostra politica ambientale
L'attenzione nei confronti dell'ambiente è alla base della filosofia di Finagri e di tutte le sue attività. L'approccio ecotecnologico nei confronti del lavoro è volto a creare armonia tra ecologia e tecnologia. La responsabilità ambientale occupa una posizione prioritaria in ogni settore aziendale e in tutte le fasi relative allo sviluppo tecnologico, alla produzione e al marketing.

Politica ambientale di base
L'interesse per l'aspetto ambientale diventa il fondamento di tutte le operazioni. La sicurezza e l'impatto ambientale costituiscono la preoccupazione principale in ogni fase del ciclo di vita di un prodotto, al fine di renderne possibile il riutilizzo e riciclo: a partire dal design, per proseguire con gli stadi di sviluppo, di produzione e di utilizzo da parte del cliente.

Linee guida

  1. Impostazione dei target ambientali in tutte le aree (manifattura, produzione e servizi) e continuo miglioramento dell'aspetto ambientale.
  2. Osservanza delle leggi e dei regolamenti nello svolgimento delle attività in tutti i paesi dove viene condotto il business e forte responsabilità morale nella prevenzione dell'inquinamento e nella diminuzione dell'impatto ambientale.
  3. Durante il progetto e lo sviluppo di tecnologie e prodotti evitare il più possibile di impiegare materiali di difficile smaltimento.
  4. Sforzo nella riduzione dei rifiuti tramite un utilizzo più efficiente delle risorse e un riciclo dei prodotti.
  5. Sviluppo della comprensione e della cultura ambientale in tutti i dipendenti e divulgazione degli sforzi ambientali ai clienti, ed altre parti interessate a ulteriori conoscenze volte alla tutela.


Maggiori informazioni sul consorzio Ecorit e sul contenuto del decreto RAEE al seguente link www.ecorit.it